Inter #amala, il tifo nerazzurro ai tempi di Twitter

Social network e sport vanno a braccetto, così anche il calcio non sfugge alla mania dei tweet. Lo sa bene Giovanni Falcolnieri, giornalista torinese che si occupa della cronaca giudiziaria, ma anche grande appassionato del pallone nonchè tifoso dell’Inter che nel libro “Inter#amala”, edito da 881 e in questi giorni nelle librerie, in 288 pagine ha raccolto quasi duemila cinguettii di tifosi comuni e vip sulle due ultime stagioni calcistiche dei neroazzurri.

Ad aprire il volume è un tweet di Valentino Rossi che in occasione dell’incontro Inter-Novara, neo promossa in serie A e finito 1 a 0, scrive: “Ah, adesso ho capito…quelli bianchi sono il Real Madrid, non il Novara”.

All’ironia del campione di motociclismo, seguono i cinguettii di altri famosi fans neroazzurri, come Claudio Cecchetto, Enrico Bertolino, Nicola Savino, Enrico Mentana, Michele Dalai, Dj Francesco, Alessandro Cattelan, Giacomo Valenti che, insieme a tifosi comuni hanno postato su Twitter commenti e riflessioni sulla squadra del cuore.

Il libro prende in esame il periodo successivo al Triplete nerazzurro e si concentra sulle due stagioni 2011/12 e 2012/13, al termine delle quali la squadra di Milano porta a casa ‘zero tituli’. Vengono passate in rassegna le diverse Inter di Gian Piero Gasperini, Claudio Ranieri e Andrea Stramaccioni, ci si sofferma sull’accesa rivalità con la Juve e dunque non poteva mancare il tormentone sul numero degli scudetti vinti dai bianconeri.

“E’ un racconto che mette l’accento sulla ormai nota autoironia di un popolo, quello interista, abituato da anni a prendersi in giro e a ridere delle proprie disgrazie e delle imprese compiute da una squadra che la pazzia ce l’ha nel dna – sottolinea l’autore – ma è anche un volume dedicato a tutti gli appassionati di calcio e di sport in generale anche se è principalmente indirizzato a tutti i tifosi dell’Inter e il forte legame con Twitter lo rende accessibile anche a chi non vive a pane e pallone”, conclude Falconieri.

 

Carolina Morace: il calcio femminile raccontato da una donna

No comments yet

Leave a Reply





XHTML: You can use these tags: