Storie incredibili: quando la Juve giocò in un “oratorio”

Tratto da
http://barfrankie.altervista.org

Era il 15 Settembre del 1971, lo scenario un campo di terra e pietrisco, niente panchine a bordo campo, insomma per molti versi sembrava di stare in uno di quei campetti di oratorio caratteristici specie nei paesi con clima torrido.
Eppure quel giorno, allo stadio Gzira di Malta, si disputava un incontro valido per la Coppa Uefa e di fronte oltre alla squadra locale del Marsa, vi era niente di meno che la Juventus.

 

Lo stadio era gremito di pubblico entusiasta e quasi incredulo di poter vedere dal vivo la Juve di Furino e Causio, di Haller, Bettega e Capello. Per la cronaca la partita stentò ad entrare nel vivo sia grazie alla grinta dei giocatori maltesi sia per le difficoltà di carburare dei giocatori bianconeri anche visto il caldo asfissiante (35°). Il primo tempo finì solo 1-0 grazie alla marcatura di Haller. Per rendere la partita ancora più “speciale” nel secondo tempo i padroni di casa si presentarono con una maglia rossa invece di quella blu mostrata nella prima frazione. Dopo 9’ di gioco Causio firmò il 2-0 ed aprì di fatto la goleada bianconera. Nel giro di pochi minuti segnarono Haller (doppietta per il tedesco), Novellini e Capello, mentre il lodevole Portelli colpì un clamoroso palo sfiorando il gol della bandiera per la formazione maltese. Cuccureddu completò l’opera allo scadere e il 6-0 fu l’epilogo abbastanza scontato del match visto l’enorme divario in campo.

 

Con i “panchinari” seduti per terra a bordo campo per l’assenza delle panchine e il pubblico nell’immediato ridosso, quella partita scrisse un pezzo di storia nelle statistiche ufficiali della Juventus, non tanto per il risultato, ma per il “contorno” davvero caratteristico, trattandosi di una partita ufficiale di una competizione europea.

Please Enter Your Facebook App ID. Required for FB Comments. Click here for FB Comments Settings page

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: