Cinema: Tognazzi e i suoi “Ultrà”

Di Francesco Felli

ULTRA’ – di Ricky Tognazzi. Drammatico, durata 94 minuti – Italia 1991

 

Parlare di “Ultrà” è ancora complicato, nonostante siano trascorsi ventitré anni. O forse a maggior ragione, giacché se la verità era difficile e controversa allora, appare oggi troppo contaminata dalla fantasia del ricordo. Il film nasce dall’esigenza di Tognazzi di rivelare crimini e misfatti dei ragazzi della Curva Sud. Per farlo prende a paradigma la trasferta di Torino, così come avrebbe potuto fare con qualsiasi altro week-end con il morto.

 

Il lavoro è infatti sostanzialmente un documentario (mancando di una vera narrativa), incentrato su cafonaggini e bullismi di ex galeotti e borgatari, riuniti in una frangia (più estrema dicono gli sceneggiatori) della curva. Interpreti di quei mascalzoncelli senza barba sono i futuri coatti del cinema romano, da Ricky Memphis a Claudio Amendola. Accennavamo appena sopra come siano troppo distanti i fatti per valutarne la verosimiglianza, ma certamente, laddove non ne avesse, “Ultrà” più che un documentario di denuncia rischierebbe di apparire un racconto mediocre, pregno di stereotipi e cliché.

 

Video di alcune scene del film “Ultrà”

 

No comments yet

Leave a Reply





XHTML: You can use these tags: