“Memorie dell’Europa calcistica”, storie e ricordi di sport

Dieci giovani autori, dieci paesi europei, dieci cartoline di città straniere, dieci memorie d’acquarello, dieci nostalgie del futuro. Dieci tracce lasciate dal calcio e dai viaggi che compongono un romanzo di formazione collettivo in cui la diaristica si mescola alla finzione e la letteratura si confonde con la vita. E’ il libro “Memorie dell’Europa calcistica – L’Erasmus del pallone” edito da inContropiede e Lacrime di Borghetti, blog di scritture calcistiche.

Il pallone segue cammini reali e letterari, rotolando tra bistrot di periferia, gonne color pastello, spogliatoi per bambini, piazze innevate, insegne di friggitorie, toppe sulle giacche jeans, argentini che non passano mai il pallone, musei degli arazzi, copriscarpe in polietilene, cappellini da baseball. Le pagine si soffermano sugli episodi che hanno contraddistinto il passaggio in una città europea, riportando a galla le voci di quei giorni e di quei campi. Una galleria di strade difficili da pronunciare e storie lasciate in sospeso attraversa con disincanto la memoria di ciascun autore. Perché il calcio (insieme ai voli low-cost) ha contribuito a formare l’immaginario collettivo della generazione nata negli anni Ottanta, la prima che può veramente dire di aver preso parte a questo strano campionato chiamato Europa.

Gli autori sono Raymond Antonin, Gian Mario Bachetti, Marica Benini, Luigi de Biase, Fabrizio Gabrielli, Tommaso Giancarli, Federico Mastrolilli, Francesco Olivo, Andrea Romano e Lorenzo Toppini. Il disegno della copertina invece è dell’artista spagnolo Ricardo Cavolo.

 

Please Enter Your Facebook App ID. Required for FB Comments. Click here for FB Comments Settings page

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: